INTERVISTA A LA PINA, da Vanity Fair

  • DI TUTTI I SUOI TATUAGGI NON SI E' MAI PENTITA NEANCHE DI UNO? mai, anche se sono tantissimi. Ormai sono diventati la mia pelle. Non solo:diffido di chi si cancella i tatuaggi.
  • CHE COS'E' UN TATUAGGIO, L'ESTENSIONE DELL'ANIMA O PURA APPARENZA? nè l'una nè l'altra. E' una delle poche cose definitive che si possono fare nella vita.
  • PERCHE' HA SCELTO COME PSEUDONIMO LA PINA? perchè mette a proprio agio, ti fa stare tranquillo: sembra il nome di una parente.
  • CHE COSA PENSA SI DEBBA CAMBIARE IN ITALIA PERCHE' SI POSSA FINALMENTE DIFFONDERE UNA CULTURA ANTIOMOFOBA? il buon senso.
  • CHE LAVORO AVREBBE VOLUTO FARE SE ADESSO NON FOSSE UNA NOTA RAPPER E CONDUTTRICE RADIOFONICA?confesso che mi sarebbe piaciuto diventare doppiatrice.
  • COM'E' NATA LA SUA AMICIZIA CON DIEGO PASSONI? ci siamo conosciuti quando lavoramo a Gay Tv. Ci siamo subito scambiati dei Teletubbies. Da lì è cominciato tutto.
  • QUAL'E' LA COSA PIU' BELLA DEL LAVORARE IN RADIO? farlo tutti i giorni e non solo periodicamente, come succede quando fai televisione.
  • CHE COSA LA SPINGE AD ANDARE IN ONDA IN QUELLE GIORNATE IN CUI SI SENTE A PEZZI?la professionalità e l'affetto di chi ascolta.
  • QUAL E' LA SUA CANZONE DEL CUORE? "Stay free" The Clash.
  • QUAL E' L'ARTISTA CHE NON MANDEREBBE MAI DURANTE UN SUO PROGRAMMA?Al Bano.

Commenti

Post popolari in questo blog

A CASA DELLA ZIA...IL LIVING.

Roger&Gallet, da IoDonna,3 marzo 2012.

"SIMPAMINA" di G.Guareschi. seconda parte.