SOLE, poesia di Enrico Maria Buratti, 1945


Non c'è nel prato un filo d'erba solo
che non risplenda della sua rugiada;
sole nel muro, sole sulla strada:
guizzan nel sole rondinelle al volo.

Corolle e perle, a un tremolio di vento,
sbocciano a mille sul tranquillo mare
e non c'è in alto, tra le nubi chiare,
un bioccol che non sia di chiaro argento.

Porgendo il viso a questa luce buona
l'anima vibra e si tramuta in fiore;
linfe e rugiade salgono dal cuore
mentre un momento di dolcezza suona...


Commenti

giovanna ha detto…
veramente romantica!

Post popolari in questo blog

A CASA DELLA ZIA...IL LIVING.

Roger&Gallet, da IoDonna,3 marzo 2012.

"SIMPAMINA" di G.Guareschi. seconda parte.