I CANCELLI CHIUSI.

Questa sera ho fatto la mia consueta passeggiata in bicicletta.
Ho percorso strade nuove
non sempre agevoli
ma sorprendenti
per le piccole bellezze della vita.
Ho visto i rondoni volare bassi
inseguendo nuvole d'insetti.
Ho visto piccoli capretti frugare col naso le mammelle delle madri
belando striduli.
Ho visto il bel pancione di un'asina incinta
appoggiata a un pony.
Ho visto le mucche, tante,
e ho sentito il caldo odore delle stalle 
l'odore buono.
Ho visto i fragili rami dei salici
che accompagnano i fossi,
il rosso impudico dei boccioli dei meli,
le semplici margherite
( ci sono di nuovo nei prati!)
i papaveri
i ranuncoli
e il sole che tramontava piano.
Ho sentito i grilli
e a tratti gli usignoli.
Sono stata felice,
colma di speranze e gioie ritrovate.
E ora
che riposo da questa stanchezza buona
che mi nutre
penso che, come nel Giardino segreto,
mio amatissimo libro,
NON ESISTONO CANCELLI CHIUSI PER SEMPRE.




Commenti

le bianche margherite ha detto…
splendido libro e bellissimo post!
Buona domenica
donata
giovanna ha detto…
che rara fortuna saper guardare la semplicità del mondo con occhi incantati e cuore pieno di poesia
emma 120 ha detto…
Bellissimsa poesia, la natura è un grande punto di riferimento.
baci emma
zia Delina. ha detto…
Grazie care, sapete davvero leggere nel mio cuore!

Post più popolari