Une mémoire de Venise...

Venezia 2008

Venezia 2008

Venezia 2008


Dalle Strofe veneziane:
La nube, di notte spiegazzata, alza una vela di farina
Per lo schiaffo del fornaio la guancia opaca
Si colora, e nella bottega dell’usuraio
Brillano conterie.
Vanno le barche spazzine. Come scolari in corsa
Battono col bastone gli steccati, i raggi del mattino
Colpiscono colonne, arcate,
ciocche d’alghe, mattoni.

(Brodskij)



Commenti

nerorimmel ha detto…
Venezia è uno dei posti che mi mancano di più.
È così bella.
zia Delina. ha detto…
A costo di dire banalità...è la più bella città del mondo...
alessia casagrande ha detto…
magnifica città!!!!!!!!!
zia Delina. ha detto…
E' verissimo Alessia Cara!!!

Post più popolari