Il mercatino dei libri antichi.





ALLA MAESTRA

Dopo la madre, un angelo
che un'altra vita infonde,
sei tu, maestra amabile,
che insegni il buon voler.

Per te la mente schiudesi
al vero, al bello, al bene;
e le nostre alme sentono
la legge del dover.

Di novo amore irradiasi,
per te, la nostra vita,
pura, serena, ingenua,
qual primaticcio fior,

da cui felice augurio
la tua gentil persona
tragga; e a te sorridano,
giulivi, i nostri cor.


Commenti

nonna peonia ha detto…
un vibrante appello:amiamo le maestre!

Post più popolari