Un melo in fiore sulla terrazza.





Nella notte entreremo
a rubare 


un ramo fiorito.

Passeremo il muro, 
nelle tenebre del giardino altrui, 
due ombre nell’ ombra.

Ancora non se n’è andato l’inverno, 
e il melo appare 
trasformato d’improvviso 
in cascata di stelle odorose. 
Nella notte entreremo 
Fino al suo tremulo firmamento, 
e le tue piccole mani e le mie 
ruberanno le stelle.

E cautamente, 
nella nostra casa, 
nella notte e nell’ ombra, 
entrerà con i tuoi passi 
il silenzioso passo del profumo 
e con i piedi stellati 
il corpo chiaro della Primavera.
(Pablo Neruda)



Commenti

Post popolari in questo blog

A CASA DELLA ZIA...IL LIVING.

Roger&Gallet, da IoDonna,3 marzo 2012.

"SIMPAMINA" di G.Guareschi. seconda parte.