I tesori nascosti.







Antiche pieghe cucite a mano e delicati ricami accompagnano i miei sonni.
Un banco,quasi nascosto, del mercato settimanale della città offre al mio sguardo nostalgico segreti di
armadi dimenticati dal tempo.
Ma io non voglio dimenticare, non voglio che vada perduto il gesto di quella sconosciuta e laboriosa mano che ha confezionato questa biancheria.
Perchè nulla di ciò che è fatto con amore va perduto.


Commenti

Rosetta ha detto…
E fai bene!E' così che bisogna far rivivere le storie passate.Anch'io ho tante cose del mercato dell'usato e mi piacerebbe potessero parlare!Bacioni!Rosetta
Raffaella ha detto…
Quanta delicatezza!...
Imm@ ha detto…
Fai proprio bene a dare una nuova vita a questi tesori, non so come chi li ha posseduti possa disfarsene, bellissimi, buona giornata, Imma...
zia Delina. ha detto…
A volte mi sembra di vivere di ricordi...e nemmeno tutti miei!!!
Grazie delle belle parole...bisous..

Post popolari in questo blog

A CASA DELLA ZIA...IL LIVING.

Roger&Gallet, da IoDonna,3 marzo 2012.

"SIMPAMINA" di G.Guareschi. seconda parte.