Aunt chic, lezione 1: i visoni dell'Animalista.

Parte fondamentale dell'outfit di una zia chic è sicuramente la pelliccia.
Ma qui nessuno stia a trasecolare, perchè ci sono delle regole ben precise da seguire.
Infatti, non sono utilizzabili pelli che abbiano un'età inferiore ai sessanta, tanto da garantirci da ogni accusa di attivisti animalisti e sufficiente per poterci illudere che le suddette bestiole si siano volontariamente immolate o perlomeno dignitosamente decedute in vegliarda saggezza.
Altra regola sinequanon è che siano EREDITATE.
Un motivo è deliziosamente snob (e la Zia un po' lo è...con moderazione, off course): le persone con nobiltà d'animo e  natali EREDITANO gli oggetti di valore, non li acquistano.
Ma v'è anche un'ulteriore ragione: NOI DI FATTO NON ABBIAMO PER NULLA PARTECIPATO, NEMANCO COME CONCAUSA, ALL'UCCISIONE DI QUELLE INERMI BESTIOLE...semplicemente evitiamo che il loro sacrificio giaccia invano ad ammuffire in un baule in soffitta.
Che è esattamente dove ho trovato i miei visoni, proprietà delle zie di famiglia dagli anni '50 del secolo scorso, finiti tra le mie mani e sul mio collo per pure esigenze conservative.

...ecco i miei visoni...

...sono un modello ormai esageratamente antiquato, essenzialmente composto da due visoni interi uniti per le testoline...
Quindi, care Zie chic o aspiranti tali, SE e SOLO SE le vostre pellicce rispettano questi criteri potete indossarle con naturalezza.
Altrimenti...MA NON VI VERGOGNATE AD AMMAZZARE DEI POVERI ANIMALETTI?!
p.s.io, naturalmente, sono vegetariana...ma fate un po' voi...
Bisous,


Commenti

Post più popolari