Il Giardino Segreto: Il nido del Tordo, seconda parte.

"Questo?", chiese, "questo non è morto? Davvero non è morto?".
Dickon distese la sua grande bocca sorridente.
"E' più vivo di me e di te", rispose.
"Sono felice che sia vivo!", esclamò lei in un soffio. "Io voglio che siano tutti vivi. Facciamo il giro del giardino e contiamo quanti sono sopravvissuti".
Mary quasi ansimava per l'impazienza, e Dickon era altrettanto eccitato di lei.
Andarono da un albero all'altro, da un cespuglio all'altro. Dickon teneva il suo coltello in mano e le andava mostrando cose che sembravano meravigliose.
"Si sono inselvatichite, però poco male", disse. "Le piante deboli sono morte tutte, ma quelle robuste ce l'hanno fatta e sono cresciute sempre di più. Eccole: crescono, si espandono, guarda che bellezza! Guarda!...", esclamò piegando un rametto grigio che sembrava morto. "Diresti che è secco, ma io scommetto di no, non fino alla radice, almeno...Ora lo taglio in basso e vedremo".
Si inginocchiò e con il coltello recise il ramoscello appena sopra la terra.
"Ecco!", esclamò esultante. "Che ti dicevo? C'è ancora del verde dentro! Guarda!".
Mary si era inginocchiata anche lei prima ancora che lui parlasse, e seguiva con grande attenzione.
"Quando il ramoscello è un po' verdastro e umido, come questo qui, allora vuol dire che è vivo", spiegò Dickon. "Quando invece l'interno è secco e si spezza facilmente, come il pezzo che ho appena tagliato, allora è morto. Ecco una grossa radice, da cui sono germogliati tutti questi rami...Se tagliamo via tutto il legno vecchio, zappiamo il terreno intorno e ne abbiamo cura, questa estate ci sarà...", e a questo punto si interruppe alzando il viso per osservare i rampicanti e i rami che li circondavano, " ci sarà una vera cascata di rose".


Commenti

nadia spadaccini ha detto…
Molto rilassante, la leggerei e rileggerei molto volte!!!
Nadia
zia Delina. ha detto…
é il mio libro preferito...non ne posso fare a meno!!!!

Post popolari in questo blog

A CASA DELLA ZIA...IL LIVING.

Roger&Gallet, da IoDonna,3 marzo 2012.

"SIMPAMINA" di G.Guareschi. seconda parte.