Mimì, come quella della Bohème.




Questa è la gatta dei miei genitori.
Si chiama Mimì, come la protagonista della Bohème di Puccini, perchè i miei sono molto mélò.
Quest'anno voglio celebrare la prima Domenica di Avvento con lei.
E' arrivata da un mesetto e già tutte le nostre vite ruotano attorno a questa pallotta di pelo. Perchè rende felici i miei genitori e quindi sono felice anch'io.
Felice in modo bello.
Non come quando guardiamo i film sentimentali e siamo contenti se finiscono bene, ma anche un po' arrabbiati perchè invece a noi il lieto fine sembra solo una chimera.
Mimì ha reso il mio mondo più bello. Ha messo una virgola dove io vedevo un punto. Ha aggiunto molte pagine al mio calendario. E molte stagioni.
Io sono sempre avvoltolata nel guscio dei miei malanni. La schiena su tutto mi sta facendo molto soffrire. Quando è così si diventa sgrammaticati. Si cancellano tutte le virgole, persino i punti e virgola. Si cancellano le parentesi e gli asterischi. Non si lascia più spazio a nulla. Si vede solo un punto. Ma non si può andare a capo.
Le frasi sono brevi, come se ogni parola aspettasse solo di essere smentita.
Ma quando mia mamma mi ha telefonato per comunicarmi la decisione di tenere Mimì il mio cuore si è riempito di virgole. Ed è una bella sensazione.


Commenti

Post più popolari