La vita organizzata.

immagine dal web

Sono ormai settimane, piene di giorni, e giorni, pieni di ore, in cui mi sembra di dedicarmi esclusivamente al riordino e alla riorganizzazione della casa e di tutto quanto possa avere un posto su cui applicare un'etichetta con il contenuto.
Complici le vacanze di Pasqua, e il mio part-time che le ha allungate di un giorno, ho dettagliatamente studiato ogni possibile planner, lista e metodo che sono riuscita a scovare su Pinterest. Ho esaminato i tantissimi blog americani in cui casalinghe precise e chirurgiche insegnano a incasellare perfettamente ogni singola attività della giornata, tra una lista della spesa e una lettura biblica. Ora ho persino un pannello "posto di comando"  attaccato alla porta del mio studio dove, tra decorazioni varie perchè la perfetta donna di casa sa che anche l'occhio vuole la sua parte, ho il weekly planner, il monthly planner,la lista speed cleaning e quella delle pulizie di primavera che tengo lì solo per gongolare per il fatto che le ho completate tutte.
Ho diviso la mia documentazione medica per argomenti, ogni bolletta o foglio ha una sua precisa ed etichettata posizione, il frigo risplende e cataloga i cibi e sopra ha una busta (hand-made off course!) in cui sono pronte tante cuties liste della spesa perfette per essere compilate e allegate ai relativi buoni sconto. Ho una scatola in legno finto vintage di Primo soccorso, un carrello delle pulizie e ho imparato a creare praticamente qualunque cosa usando un paio di calzini vecchi.
Per fortuna sono ancora piena di cuccioli che mangiano ficcando il musino nella pappa e che riescono a rovesciarsi insieme a ciotole, coperte e lettiere dopo tre secondi netti che tutto quanto era stato pulito e sistemato.
E Achille dorme sempre per traverso sul letto, costringendomi a pose notturne molto poco edificanti.
Buona settimana.


Commenti

Post più popolari