Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2015

Canzone della Fata Garofano

Immagine
Canzone della Fata Garofano

Nella prima mattina,
mentre i bambini dormono,
o nella notte piena,
con la luna d’estate,
che cosa fa il popolo
delle piccole fate?
Se tu potessi scorgere
guardando silenzioso,
tu potresti vedere misterioso,
qualcosa nel giardino
che nessuno ha pensato
e che non sa nessuno:
zic zac fanno le fate
tagliando con le forbici
le piante dei Garofani!
Tagliano i rossi e i bianchi,
i doppi e quelli singoli:
guardate, constatate
se io racconto frottole!
Guardate bene i petali:
qualcuno li ha tagliati!
E chi potrebbe essere,
se non piccole fate?

Cicely Mary Barker





Cenerentola.

Immagine
Oggi pomeriggio sono andata al cinema per vedere il film di Cenerentola. Credevo che non l'avrei mai voluto vedere, perchè sono talmente appassionata dei film originali e tradizionali della Disney che temevo di esserne delusa. Come sarebbe stato possibile rendere la sfavillante dentatura  monoblocco del Principe o la luciferina cattiveria del gatto o la simpatica bonarietà dei topini? La risposta è che non si può. Nonostante le citazioni della precedente pellicola Disney i film non potrebbero essere più diversi. Ma non mi importa. Perchè, come in tutti i film che tanto amo, il messaggio detto e ridetto è sempre il medesimo: CON LA GENTILEZZA E IL CORAGGIO SI PUO' SUPERARE OGNI OSTACOLO. Non basta cantare o avere piedini di fata. La vita si affronta solo così, senza se e senza ma, con gentilezza e coraggio. E un po' di magia. E io ci credo da sempre. E non voglio smettere mai.


una stanza tutta verde

Immagine
Potrei scrivere avvolgendo su se stesse volute di parole, potrei descrivere poetiche visioni di risvegli, potrei filosofeggiare a lungo.
Troverei sicuramente mille motivazioni alla mia scelta.
Ma la verità è una sola. Voglio una stanza verde come nella Monk's House di Virginia Woolf.
E tanto che ci sono una grigio oro polveroso, che nel catalogo si chiama Polvere Di Stelle... (la tinta verde invece risulta come Fata Del Bosco)...
E tutto mi sembrerà perfetto.
E non ci farò entrare nessuno, nessuno di quei nessuno a cui magari posso anche sorridere, ma che rimangono nessuno per me.
Ma inviterò i miei qualcuno.
E tutto sarà perfetto.


il giardino di Virginia Woolf

Immagine
La primavera per me è proprio una fata...mi sveglio dal lungo letargo invernale e ripenso e mi stupisco di come abbia potuto superare il freddo e le lunghe notti. Ogni anno mi pongo la stessa domanda. Ora so che supero tutto perchè sono innamorata della Vita, quella con la maiuscola, non semplicemente questo crederci indispensabili al mondo come sempre ci crediamo. La Vita brulicante, che si rivela anche nella neve, nel gelo e nel buio. Il mondo è colmo di battiti. Ed è come se li sentissi tutti.


...il faut cultiver notre jardin...

Immagine
Stamattina ho messo a dimora primule, glicini, rose, bulbi e bulbilli. E nel prato sull'erica ronzano già le api. Io sto cercando di capire se merita tenere ancora il canale youTube. Perchè tendo a sentirmi irrilevante epperò vorrei, come tutti, lasciare una piccola traccia, come se questa "fosse la mia lettera al mondo che il mondo mai non scrisse a me" ( Emily, Emily...). Non desidero riconoscimenti o che altro...semplicemente, ogni tanto, vorrei far sentire anch'io la mia voce. Che è una voce minima, imbarazzata e insicura. Intanto domani vado a comprare altre primule.

l'Abbazia di Northanger-lettura ad alta voce

Immagine
In questo video leggo l'incipit di uno dei miei romanzi preferiti.
Spero che invogli un po' anche voi...
Bisous,



un caos meraviglioso

Immagine
Nonostante cerchiamo sempre di pianificare i nostri giorni, perlopiù la nostra vita si rivela essere un insieme di fortunate coincidenze. Non avevo infatti pianificato di acquistare una lana così variopinta quando mi sono recata a Manualmente l'ottobre scorso. Era in un cesto e pure in offerta e mi sono trovata ad attendere palpitante che la cliente prima di me la scartasse definitivamente. L'ho usata per realizzare sciarpe e scaldacollo, ma me ne era ancora avanzata a sufficienza per questo scialle, il cui modello ho trovato sull'ultimo numero diPeggyJournal. Alla fine non ho seguito fino in fondo il progetto, perchè, per un calcolo errato delle misure, credevo di non avere lana a sufficienza. Ho quindi chiuso le maglie e rifinito il bordo all'uncinetto. Con un paio di giri a maglia alta, la lana non mancava alla fine!! E poi, guardando il sito di Dottie Angelho ammirato i suoi stupendi WoollyTatoo e mi sono cimentata... E ho anche deciso che volevo qualcosa di chius…